fbpx

Virginia Botto Poala

“World’s Last Music” è una collezione che evoca la perdita di punti fermi, della stabilità del passato e spinge al nomadismo dell’anima, raccontando di un mondo selvaggio, regredito ed inospitale.

È l’unione tra la materia artificiale e quella naturale ad esprimere la divisione dell’animo tra la nostalgia della stabilità e delle regole di una modernità passata e l’atavico richiamo all’elemento selvaggio e primordiale… poiché è nella natura ancestrale della donna trovare un’armonia nelle più opposte emozioni, vedere la bellezza anche in un caos fatto di pochi e primitivi elementi.

Virginia Botto Poala è una designer nata a Biella che tra un profondo senso del lavoro e tessuti pregiati inizia a comprendere la bellezza e la complessità dietro a ogni creazione e coltiva una profonda passione per la sostenibilità. Le sue creazioni sono un tributo agli istinti naturali della donna, un inno alla forza e alla consapevolezza, una visione di futuro sostenibile e luminoso.

City: Biella

School:Istituto Marangoni

Year:2001