fbpx

Falcon Magazine

Negli Interni

L’importanza dell’ illuminazione negli Interni

“Affinché la luce brilli così intensamente, l’oscurità deve essere presente.”

Francis Bacon

Il Lighting Design è spesso sottovalutato ma è una delle parti più importanti del processo progettuale. È fondamentale per l’impatto complessivo degli interni e può facilmente cambiare l’atmosfera o la dimensione percepita di uno spazio. Una buona illuminazione potrebbe sottolineare ed esaltare le qualità di un interno di livello medio, ma una sbagliata illuminazione può rovinare anche il miglior concept.

Prima di iniziare a pensare al nostro progetto, la prima cosa che dobbiamo fare è osservare lo spazio e studiare la luce naturale. E poi decidiamo per quali scopi e che tipo di atmosfera vogliamo creare. Ad esempio se è un ristorante romantico o una discoteca, una casa accogliente o una scenografia drammatica. Tutte queste considerazioni portano alle principali decisioni di dividere lo spazio anche in ordine di funzioni. La stessa stanza può offrire funzioni diverse e in base a questo potremmo creare alcuni tipi di illuminazione variabile.

LUCE NATURALE

Se vogliamo creare uno spazio luminoso e aperto dobbiamo considerare come la luce naturale entra nello spazio e dare la soluzione migliore come posizionare tutte le diverse funzioni e in questo esempio l’interno è diviso con porte in vetro per mantenerlo luminoso e spazioso. Possiamo anche osservare come la luce artificiale corrisponda alla luce diurna e la transizione è molto morbida e naturale con una luce spot al centro, illuminazione decorativa sopra il dipinto, illuminazione a pavimento, illuminazione a parete accanto allo specchio, ecc.

LUCE ARTIFICIALE

La luce artificiale aggiunge strati e profondità allo spazio. Può evidenziare o sottolineare qualcosa. Può dividere otticamente in diverse zone o modificare la percezione delle proporzioni. Quindi è spesso lo strumento più potente che il designer può utilizzare per giocare e trasformare un interno.   Può essere calda o fredda e per pianificare il tuo schema lo dividerò in 5 categorie principali: luce generale, ambientale, mood , task lighting e luce d’accento.

GENERALE

L’illuminazione generale fornisce il bagliore uniforme nella stanza e il suo scopo è principalmente funzionale. Fornisce l’illuminazione generale dello spazio e di solito la luminosità può essere controllata. Può essere una lampada a sospensione, un lampadario di lusso, un’installazione artistica, ecc. Le persone sono spesso attratte dal luogo più luminoso di una stanza, quindi è facilmente convertibile nel punto di incontro principale. Ovviamente l’illuminazione generale non è  sufficiente per completare la scena.

LUCE AMBIENTALE

L’illuminazione ambientale è come un secondo strato in un dipinto. È più decorativo che funzionale ma crea profondità, drammaticità e sentimento. È molto importante quando si desidera valorizzare un’opera d’arte o parte dell’architettura. È molto morbida, dona ombre e di solito è controllata da un sistema di regolazione della luminosità per modificare i livelli di luce a seconda dell’occasione. È attraente e il miglior accento di una stanza. Riesci a immaginare questo interno senza illuminazione ambientale?

TASK LIGHTING

Il nome task lighting deriva dal suo scopo di illuminare un lavoro particolare come cucinare, leggere e deve avere un wattaggio maggiore, ma ovviamente la differenza tra illuminazione ambientale e task lighting non dovrebbe essere troppo sensibile. Soprattutto negli uffici o nelle cucine professionali dove la concentrazione e la produttività del lavoro sono della massima importanza. In casa può essere utilizzato anche nei bagni come illuminazione di specchi o per creare percorsi pedonali per motivi di sicurezza ecc.

MOOD LIGHTING

Il quadro generale non sarà completo senza l’illuminazione d’atmosfera. Rende l’ambiente piacevole e invitante e gioca con le ombre che cambiano subito l’atmosfera. Aggiunge stile e funzionalità. Ma bisogna fare attenzione quando si sceglie quel tipo di illuminazione, dovrebbe corrispondere al resto dell’appartamento e bisogna anche considerare che accesa la lampada ha un impatto molto diverso quindi scegliete con saggezza.

ACCENT LIGHTING

Lo scopo dell’illuminazione d’accento è illuminare opere d’arte e sculture, sottolineare oggetti o armadi. A volte per evidenziare le texture o per definire i perimetri. In generale dà l’accento nello spazio.

L’equilibrio di tutti i tipi di illuminazione gioca un ruolo principale nella progettazione del layout. E ogni volta che si tratta di interni residenziali o pubblici, non esitare a cercare un’opinione professionale, perché influenzerà sicuramente il risultato finale.

 

Gratuated in Interior Design MA, NABA, Milan. Design Editor at Falcon Magazine.

POST A COMMENT