• BLOG  • Milan Fashion Week

Milan Fashion Week

51

Milano Fashion Week

 

 

La settimana della moda di Milano è una celebre settimana della moda tenuta due volte all’anno a Milano, in Italia.

L’evento con le sfilate primavera/estate si tiene a settembre/ottobre di ogni anno mentre l’evento con le sfilate autunno/inverno si tiene a febbraio/marzo di ogni anno. Le collezioni mostrate durante le sfilate sono relative alle stagioni successive, e vengono organizzate con largo anticipo in modo da consentire la produzione degli articoli presentati e la loro acquisizione da parte dei negozi.

 

La settimana della moda di Milano è stata istituita nel 1958 e fa parte delle “Big Four“, ovvero dei quattro eventi ritenuti particolarmente importanti in quanto svolti nelle capitali della moda. Le altre tre settimane della moda dei “Big Four” sono quelle di New YorkLondra e Parigi. Il programma inizia con New York, seguito da Londra, poi Milano, e termina con Parigi.

 

La settimana della moda italiana deve la sua origine all’aristocratico italiano Giovanni Battista Giorgini il quale, prendendo spunto da Eleanor Lambert (considerata madre della fashion week), organizzò una serie di spettacoli a Palazzo Pitti a Firenze.

Grazie a Giorgini la moda italiana conquistò una legittimazione internazionale.

Prima di questo momento, infatti, le sfilate italiane si svolgevano prevalentemente in piccoli atelier o magazzini. La sua iniziativa ebbe un incredibile successo tale da causare problemi di sovraffollamento nella città di Firenze. Per risolvere tali problemi e gestire in modo più efficiente il traffico di persone che provenivano da tutto il mondo, le sfilate vennero spostate a Milano dove, nel 1975, ebbe luogo la prima Settimana della Moda.

 

Verso la fine degli anni ’60 Roma era divenuta la capitale italiana dell’Alta Moda grazie alla promozione in molti film, facendo traballare il primato parigino dell’Haute Couture.

 

Dalla metà degli anni Settanta molti stilisti, tra i quali Walter AlbiniMissoniKrizia e molti altri, cominciarono ad abbandonare le passerelle romane dell’Alta Moda, e diedero vita a un nuovo movimento nel panorama della moda; è proprio in questi anni, infatti, che sulle passerelle milanesi nasce il prêt-à-porter.